Spotted: la nuova frontiera del rimorchio

“Se hai bisogno e non mi trovi cercami in un sogno
         Vasco Rossi

Da oggi non più. Se non mi trovi, puoi provare a cercarmi su “Spotted”.
Spotted, in italiano “avvistato”, è la nuova frontiera della comunicazione tra studenti universitari. Nato sull’esempio del telefilm americano Gossip Girl, Spotted è una sorta di blog dove gli studenti condividono in forma anonima dichiarazioni d’amore, dediche ad amici, professori e compagni di corso sconosciuti, ma che vorrebbero conoscere. Già famoso in tutta Europa, ora ha preso piede anche in molti atenei italiani.

Le pagine Spotted più famose le possiamo trovare su Facebook, inserendo appunto la parola Spotted seguita dal nome della propria università nella barra di ricerca.

Facebook-Spotted

Com’è costruito?
Prendiamo ad esempio la pagina Spotted dell’università di Bologna.
Si presenta come qualsiasi altra pagina di Facebook. Non si deve fare altro che cliccare “mi piace” e si aderisce alla pagina. Una volta entrati, ci si può sbizzarrire. Ecco alcuni dei messaggi lasciati dagli studenti delle facoltà di Bologna:

“Alla ragazza con i leggins neri che ha sfilato verso il bagno, vorrei ricordare che i corridoi non sono passerelle e che questo non è un concorso di moda” (anonimo invidioso)

“Per la ragazza con i capelli rossicci che segue il corso con me,che è seduta sempre di fronte al professore vorrei dire che sei molto sexy!! =DD”

Come potete vedere, non solo dichiarazioni, ma anche frecciatine. Inoltre c’è chi scrive per pubblicizzare eventi organizzati dall’Università e pubblicare canzoni, video, vignette; insomma, una sorta di bacheca per gli studenti che hanno accesso a Facebook.

Lo scopo primario della pagina rimane, però, quello di ricercare l’anima gemella. Quella dea/adone che, passando per il corridoio della facoltà, ci ha fatto rimanere a bocca spalancata mentre masticavamo il nostro panino, provocando lo sconcerto dei passanti. Quello di cui non possiamo più farne a meno, ma del quale non conosciamo nemmeno il nome. Detto, fatto. Qualcun altro, grazie a Spotted ci potrà aiutare. Qualcuno che leggendo il nostro post, e mosso da pura pietà, riconoscerà la ragazza/o e ci rivelerà il suo nome, o il suo corso di studi. Da lì in poi è tutto in discesa.

Es-Facebook-Spotted

Secondo l’ipotesi semiotica potremmo dire che questa è la storia di un Soggetto che cerca di congiungersi con un Oggetto, che investe di valore. Ma quali mezzi usa per cercare di congiungersi con questo Oggetto? Facebook, semplice. Il social network, può (non è sicuro) fare in modo, grazie a un aiutante (ovvero la persona che riconoscerà l’Oggetto di valore), che il Soggetto si congiunga all’Oggetto.

Ma chi sono le persone che usufruiscono di questa pagina? Quali sono gli utenti modello?
Provando ad utilizzare ancora una volta termini semiotici ed ergonomici, possiamo dire che ci sono due elementi fondamentali: l’oggetto d’uso e, appunto, l’utente modello. Il primo è chiaramente Spotted. Il secondo siamo noi, coloro che utilizzano Spotted.

Quali caratteristiche deve avere l’utente modello per potersi approcciare all’oggetto d’uso?
Se l’oggetto in questione fosse una forbice, la caratteristica principale dell’utente dovrebbe essere la presenza delle dita per potere impugnare la forbice. Nel nostro caso l’utente deve innanzitutto essere timido. Scrive in forma anonima perché non vuole mettersi in mostra. L’utente dovrebbe essere anche uno studente universitario, mediamente giovane, ma sono bene accetti anche i fuori corso da vent’anni. Infine, dovrebbe avere un account Facebook.

Se vi rivedete in tutto ciò cosa aspettate? Niente più brutte figure rincorrendo le ragazze per i corridoi con il rischio di sembrare degli stalker.
Dopotutto Spotted sembra funzionare alla grande.

Eleonora Tosato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...