Scientology: mito moderno tra scienza e religione

Una nuova religione che (…) costituisce la prima vera applicazione di una metodologia scientifica a questioni spirituali.

Così si definisce Scientology, movimento statunitense fondato nel 1952 da L.R.Hubbard.

Una religione un po’ particolare però, dato che è stata tacciata di essere un’organizzazione non compatibile con la costituzione in Germania, un culto pericoloso in Francia, una formazione totalitaria in Belgio, un esempio di setta per il Parlamento Europeo.

Nonostante ciò, Scientology riesce comunque ad attirare a sé tante persone tra cui celebrità del calibro di Tom Cruise e John Travolta, ma anche Kirstie Alley, Lisa Marie Presley, Katie Holmes e Jason Lee. Qual è, dunque, il suo segreto?

Lasciamo da parte i pregiudizi, nemici della semiotica, e cerchiamo di capire come si posiziona nel complesso panorama dell’attuale mercato religioso navigando tra le pagine del sito Scientology.it .

Passo n° 1. Darsi un’identità

Costruire un’identità significa, prima di tutto, descriversi come diversi da chi è già in campo; selezionare scrupolosamente gli “altri” a cui opporsi.

Così, per prima cosa, Scientology si definisce come una nuova religione che fa diventare l’uomo ciò che vuol essere. Nessun dogmatismo preconfezionato, nessun dubbio sulla salvezza e nessuna salvezza ultraterrena procrastinata a un futuro indeterminato.

Con Scientology non ci sarà alcun dovere da rispettare, ma si apprenderanno tecniche per ottenere benefici certi e immediati nella vita terrena.

Una religione-aiutante che pensa all’oggi, al servizio della persona, il cui obiettivo primario è migliorare le relazioni tra genitori e figli, tra coniugi, tra amici e sul lavoro.

Più nel dettaglio, se confrontiamo Scientology con le “vecchie” religioni, ci troviamo di fronte a una lunga serie di opposizioni:

  1. Opposizione di natura relazionale: Noi (Scientology) vs l’Altro (altre religioni)
  2. Opposizione di natura modale: Sapere (fare) vs Dovere (credere)
  3. Opposizione di natura topologica: Salvezza terrena vs Salvezza nell’aldilà
  4. Opposizione di natura cognitiva: Certezza (della salvezza) vs Dubbio (sulla salvezza)
  5. Opposizione di natura qualitativa: Innovazione (religiosa) vs Tradizionalismo (religioso)
  6. Opposizione di natura temporale: Recente vs Vecchio, Immediatezza (dei risultati) vs Posticipazione (dei risultati)

Sito Scientology

Inoltre, sempre sul sito, leggiamo che Scientology “[…] contrariamente ad altri tentativi di produrre miglioramenti che non proponevano altro che una serie di regole secondo cui l’uomo dovrebbe vivere” offre “strumenti efficaci”.

Ma chi è che offre questi “altri tentativi di produrre miglioramenti”?

Psicologia, psicanalisi e psichiatria. Sono questi gli “altri” da cui si diversifica, prendendo le distanze in modo netto dalle terapie che le tre scienze mediche propongono. In particolare, la psichiatria viene considerata una vera e propria “industria di morte” che vuole narcotizzare le masse con “pratiche abusive e coercitive”, senza poter “vantare alcuna cura”. Al contrario, l’auditing (terapia offerta da Scientology) “[…] segue una strada in modo preciso che porta a miglioramenti specifici: soltanto a chi riceve l’auditing spetta stabilire se tali progressi siano raggiunti o meno”.

Con Scientology è la persona ad avere “il coltello dalla parte del manico”, ritornando a gestire la propria vita sia negli aspetti più terreni e materiali, che in quelli più elevati e spirituali.

I principi alla base di questa organizzazione, quindi, non sono solo la certezza e la puntualità dei risultati, ma anche la superiorità dell’uomo su un’autorità sia religiosa che medico-scientifica.

Passo n° 2. Definire i propri destinatari

L’organizzazione si propone con una forte marca di inclusività. È aperta a chiunque abbia fame di conoscenza e cerchi risposte; a chi, stanco di una verità rivelata dall’alto, voglia raggiungerne una soggettiva, scoperta grazie a tecnologie che fanno vincere i propri antisoggetti: chi o cosa si interpone tra sé e la propria realizzazione.

Con una serie di brevi video vengono mostrate storie di cambiamento di alcuni affiliati, la cui vita, prima di conoscere Scientology, era dominata da confusione, dubbio, incertezza, insicurezza e tristezza. Con le tecniche di Hubbard la loro esistenza è diventata serena, felice, divertente, più sicura e senza paura.

L’anticonformismo è la caratteristica degli appartenenti a una religione che mette al primo posto gli obiettivi di ogni individuo.

Tiriamo le fila del discorso. All’inizio del post ci chiedevamo cosa facesse avvicinare le persone all’organizzazione. Ora abbiamo capito che il suo punto di forza è principalmente uno, ma molto rilevante: Scientology riesce a risolvere la secolare contraddizione tra scienza e religione, considerate antitetiche per natura. È sintesi di contrari apparentemente inconciliabili: un vero e proprio mito, nel senso levistraussiano del termine.

Con Scientology l’uomo non deve più scegliere: ha nelle sue mani la certezza della scienza e il conforto di una religione formalmente priva di dogmatismo.

Gloria Neri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...