Mederma: contro le smagliature… della vita sentimentale

Per favore non dite a mia madre che faccio il pubblicitario,
lei mi crede pianista in un bordello!
Jacques Séguéla

Sporco mestiere quello del pubblicitario, soprattutto quando si fanno brutte pubblicità. Se negli anni ’80 si andava appena scoprendo il potere diabolico di tale strumento, oggi ne siamo ben consapevoli, ma siamo anche coscienti dei vantaggi che una buona comunicazione fra azienda e consumatore può comportare. Quello di cui a volte ci si dimentica è che ci sono modi diversi di declinare la stessa natura, le stesse esigenze e lo stesso fine di lucro. Mederma è una di quelle aziende che ha scelto di farlo nel modo sbagliato.

Era già successo un anno fa e ancora adesso non ha aggiustato il tiro; anzi, l’ha peggiorato. Lo storico marchio del gel per curare le cicatrici ha creato uno spot tv ad hoc per il lancio del suo nuovo prodotto contro le smagliature.

Prima c’era una ragazza che, imbarazzata dalla sua cicatrice sul viso, si costringeva a 2 settimane di reclusione prima di tornare a frequentare Giorgio.

Adesso, la scena mostra una ragazza intenta a prendere il sole con un asciugamano sulle cosce – per coprire le sue smagliature – alla quale un’amica suggerisce di provare Mederma: il gel prontamente estratto dalla borsa. E dopo sole 4 settimane, arriva la sanzione sull’efficacia del prodotto: la ragazza torna finalmente a scoprire sé stessa e le proprie gambe.

Happy ending? Non proprio.

Al pubblico femminile che guarda questo spot sorge spontanea una domanda: se una ragazza magra, con qualche misera smagliatura, si copre in quel modo mentre fa una non-più-rilassante gita in barca a vela, cosa possiamo fare noi, donne comuni, che oltre alla smagliatura abbiamo il cuscinetto, la maniglietta dell’amore e qualche accenno, più o meno marcato, di cellulite?

Il tubetto da 50ml Mederma prende voce e il messaggio arriva forte e chiaro: Ragazze di tutto il mondo unitevi e combattiamo la smagliatura, sono io quello che vi serve!

Peggio ancora se questo accenno di smagliature è così indecente da non potersi mostrare ai propri amici… maschi.

Ed ecco che il tubetto torna a colpire: Fanciulle, attenzione, non mostrate mai le vostre imperfezioni al ragazzo che vi piace, altrimenti non arriverete al secondo appuntamento!

Subentra così l’oggetto magico a risolvere disagi e complessi, molto meglio di un terapeuta! ‘Magico’ non fa riferimento solo al gergo tecnico greimasiano/proppiano, anzi stiamo parlando di vera e propria magia: il prodotto Mederma, amico delle ragazze insicure, con un pizzico di volontà e amor proprio, aiuterà la protagonista a ritrovare la propria autostima in sole 4 settimane.

Sì, perché avere le smagliature, la cellulite, i brufoli danneggia i rapporti sociali, o in altre parole, non ci fa avere un fidanzato! E se questa è una cattiva credenza che la mamma e la nonna provano in tutti i modi a scardinare, ci pensa la pubblicità a darle adito.

Lo conferma anche il momento conclusivo della narrazione: nell’ultima sequenza dello spot la tenace ragazza passeggia sul lungo mare in mini-short, libera da imperfezioni e insicurezze, mano nella mano con il ragazzo che, ben 4 settimane dopo, è riuscita a conquistare. L’obiettivo finale della nostra eroina (la stessa in cui le adolescenti dovrebbero identificarsi) non è solo sconfiggere le smagliature, ma anche trovare l’amore e la felicità. E sembra proprio che non possa pensare di ottenere i secondi senza liberarsi delle prime!

Quindi, ragazze e spettatrici dello spot, scoprite Mederma e scoprirete voi stesse: sì, perché, come ancora nessun filosofo ha detto, senza l’oggetto magico voi siete le vostre smagliature!

Francesca Venezia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...