Estate in diretta. Se il nulla si tinge di noir, la noia uccide d’estate

L’asfittico palinsesto della rete ammiraglia del servizio pubblico prevede alle 17 un programma di infotainment dal nome Estate in diretta che, a quanto pare, sta riscuotendo un notevole successo di share.

Copertina estate in diretta

Estate in diretta è uno spin-off estivo del programma televisivo di Rai 1 La vita in diretta; è condotto da un’inedita coppia di non-giornalisti che affrontano i casi penali più scottanti e le rispettive indagini investigative legate a femminicidi e uxoricidi.

Soffermiamoci sul titolo Estate in diretta: il tema è l’estate “colta in diretta” e restituita allo spettatore che, sperando di fare un pediluvio rinfrescante in un mare di noia che lo atterra a casa, viene imbonito dal jingle iniziale di Giuni Russo. I contenuti, però, stridono con il paratesto frizzante del programma perché nulla è easy, anzi: casi intricati, R.i.s, delitti efferati, ma soprattutto dichiarazioni particolareggiate, illazioni, dettagli drammatici, registrazioni telefoniche e tanta tanta pubblicità.

Qual è la ratio che sta alla base di questa estate rovente?

Indubbiamente l’aver cercato di trasferire nel programma televisivo le caratteristiche morfologiche e tipologiche di un intrattenimento che mutua la sua cifra stilista dal genere più amato dagli italiani nel periodo delle vacanze: il giallo investigativo.

Commissario Maigret

Non a caso nei mesi di luglio e agosto la giallistica implementa gli incassi delle librerie e delle edicole: a quanto pare lo svago estivo più amato è improvvisarsi criminologi o investigatori, ostentare sicurezza nel cercare lassi temporali e spaziali utili a giustificare o smascherare gli alibi del colpevole o del presunto omicida e cercare l’oggetto del delitto o del presunto tale.

È tutto un condizionale, un congiuntivo, condizioni sospensive e ipotetiche controfattuali. Un susseguirsi di indizi a volte divergenti e a volte convergenti rispetto a una configurazione innocentista o colpevolista del caso che, reso uniformemente vago, ondivago e punteggiato solo nei particolari, permette di attivare previsioni e ragionamenti che dipanano o indeboliscono soluzioni investigative avvincenti, degne dell’acuto commissario Maigret.

Molto interessante è anche la componente ricorsiva, tutta testuale, che modula la discorsività in una forma circolare senza fine. Questa forma di testualità pone l’ascoltatore in una dimensione di partecipazione attiva, suggerita dall’impianto patemico del discorso, e divertita, perché il ritmo e il tenore del programma sono volutamente scanzonati: un’estate al mare, voglia di nuotare con le gambe al largo tra un ombrellone e una limonata chachacha…

Ciò che conta è incalzare la pruriginosità dei casi trattati con elementi indiziari cavillosi che fungono da topic e che aggiungono materiali informativi nuovi, possibili ma mai attestati empiricamente. In questo modo si accresce la circolarità delle narrazioni e allo stesso tempo si permette allo spettatore di lavorare sulle possibili previsioni, anche le più improbabili purché nidifichino morbosità che alzino lo share.

Cosa resta di questa selezione? Un vuoto che scotta e scarnifica ciò che di utile il servizio pubblico potrebbe offrire.

La direzione giallistica del programma sembra però così gradita al pubblico che possiamo parlare di un nuovo formato televisivo che generifica un nuovo game-show in cui il delitto è servito e la soluzione del caso è appannaggio dello spettatore. Uno spettatore che divertito si gioca tutto, compreso la sua estate.

Fabrizio Binetti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...