Che cos’è (veramente) una cartina turistica

Una delle prime cose che si fa quando si visita una città in cui non si è mai stati è procurarsi una cartina turistica: si dà uno sguardo ai principali monumenti da visitare e si pianifica il percorso che si ritiene più opportuno. Ma cos’è una mappa e che cosa implica consultarne una?

Innanzitutto, la cartina turistica ha ancora successo, nonostante lo sviluppo delle tecnologie che permettono di consultare “in tempo reale” le mappe, come i servizi di GPS e le applicazioni di web mapping, e questo per alcuni suoi punti di forza: è facilmente trasportabile, non c’è il rischio che si scarichi e non necessita di nessun accesso al segnale GPS o a Internet.

La cartina turistica è il frutto di una selezione: di monumenti, piazze, vie e attrazioni che ogni turista dovrebbe visitare per avere la più completa esperienza della città. Coloro che operano questa selezione sono membri di autorità cittadine e istituzioni turistiche, il cui obiettivo è determinare percorsi privilegiati che saranno poi indicati nella maggior parte del materiale turistico (cartine, appunto, ma anche guide e segnaletica).

La decisione di quale spazio urbano selezionare dipende dal contesto culturale: le istituzioni della città di Firenze sceglieranno cose diverse dalle istituzioni urbane di New York, Londra o Parigi. Inoltre, la selezione è ideologica perché stabilisce che certi luoghi sono più importanti di altri. Insomma, le cartine turistiche sono testi e in quanto tali sono prodotti da un autore che seleziona i punti su cui far ricadere l’attenzione.

In generale, le cartine turistiche indicano luoghi di importanza storica, attrazioni culturali, ma anche strutture commerciali come negozi, ristoranti, bar e locali notturni. Questi elementi possono essere evidenziati sulla cartina attraverso numeri o simboli, e indicati attraverso piccole rappresentazioni simboliche.

Cartina-Londra

Inoltre, le cartine turistiche possono essere rivolte a diversi tipi di turisti. Quelle “per giovani” indicano i luoghi della vita notturna. Le cartine per famiglie indicano strutture turistiche adatte ai bambini. Alcune cartine indicano solo teatri e cinema, altre solo ristoranti e pub. Ci sono cartine che indicano solo gli stadi di Londra, i luoghi dei film a New York, i memoriali di Berlino, i castelli del Baltico, i santuari dei Balcani…

Anche per questo hanno ancora successo: perché selezionano luoghi ed esperienze su misura per ogni turista. E, allo stesso tempo, è questo il motivo per cui molti suggeriscono di non seguire (solo) le indicazioni delle cartine ufficiali, ma di esplorare lo spazio urbano per avere un’esperienza personale: andare oltre i confini selezionati, alla ricerca di luoghi ed esperienze inediti.

Federico Bellentani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...