Gattini su Salvini, gattini su Grillo. Perché entrambi non hanno fatto una bella figura

Il fenomeno web degli ultimi giorni ha colpito due leader politici molto carismatici, forse le due opposizioni più estreme e irriducibili presenti attualmente in Italia. Ma che senso avevano quei gattini?

Le piogge di gattini sono finalmente finite (almeno per ora), dunque è tempo di tirare un po’ le somme di quanto accaduto. La “kitstorm” è partita da un evento creato dalla pagina Facebook “Progetto Kitten”. Giovedì, il malcapitato Salvini e i suoi social media manager si sono ritrovati la timeline invasa da felini, gattini pucciosi, gatti photoshoppati, nyancat e chi più ne ha più ne metta. L’invasione è stata spietata e virale: nel giro di un giorno, sono state stimate circa 20.000 persone che hanno partecipato attivamente al flash mob virtuale. Un successone dunque. E Salvini? Ha quasi ignorato la cosa, salvo scrivere un “miao” alla fine di uno status, in piena tempesta. Dopodiché, una volta che le acque si sono calmate, è calata implacabile la mannaia del ban, in pieno stile Salvini-social. Andando ora sulla sua pagina ci si accorge che i micetti sopravvissuti al ban sono davvero pochi, soli e abbandonati.

Immagine

Tre giorni dopo è il turno di Grillo, punito anche lui da una tempesta di gattini pucciosi, per via dell’infelice frase riguardo Veronesi e le mammografie. Reazioni da parte del leader 5 stelle? Il totale silenzio, la kitstorm è stata totalmente ignorata. Anche qui piena coerenza con la policy social dell’ex comico genovese: nessun ban ma anche nessuna risposta a chi manifesta dissenso o, come in questo caso, posta gattini.

A tempesta conclusa è bene interrogarsi su due punti. Innanzitutto, perché i gattini? La scelta del Progetto Kitten è stata quella di buttarla sul ridere, sul non-sense, sulla tenerezza, scegliendo una delle cose più virali e inflazionate del web – i gattini – per mettere in piedi un flash mob di dissenso. In effetti, nel nostro immaginario collettivo cosa c’è di più antitetico a Salvini di un pugno di teneri micetti grassi e pelosi? La scelta dei gattini è diventata virale non tanto per la scelta in sé. Il vero punto di forza della kitstorm è stata la contrapposizione all’universo di significati che esprime Salvini; rabbia, aggressività, durezza, tutte cose in antitesi alla tenerezza e alla giocosità che esprimono i web-cats. Nonostante i ban compulsivi l’eco mediatico è stato inarrestabile, facendo della kitstorm la prima manifestazione tangibile di dissenso contro Salvini sul web. I suoi cartellini rossi ai commentatori sgraditi sinora avevano funzionato, i gattini l’hanno preso in contropiede. Questo meccanismo ha funzionato allo stesso modo anche per Grillo, colpendo in casa propria il leader di uno dei movimenti politici meno inclini alla discussione e all’accettazione del dissenso, in particolare quello interno.

Ma tra i due, chi ha fatto meglio, Salvini il bannatore o Grillo che ha ignorato la faccenda? La risposta credo sia semplice: nessuno dei due. Sia Grillo che Salvini utilizzano i social network per cementare il proprio serbatoio politico, ignorando o, peggio, reprimendo il dissenso. Facendo così tuttavia l’utilizzo del social perde di senso, e diventa una specie di spot elettorale trasmesso 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno. La vera forza dei social è quella di poter avere un feedback diretto, ignorarlo perché i suoi contenuti non piacciono è un errore. Se per ricordare ai nostri leader politici che esistono molte persone che non sono d’accordo con loro c’è bisogno di altre kitstorm, allora ben vengano i gattini.

Leonardo Sanna

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...